ICT Dynamic email Archives | ICT Dynamic
 Tel: 06 98.96.32.76
Se il nostro telefono è occupato richiamaci
02
DEC
2017

Cosa fare con le richieste indesiderate

La posta elet­tro­ni­ca è l’ambiente idea­le per chi si occu­pa di “direct mar­ke­ting”. Chia­ra­men­te c’è un rove­scio del­la meda­glia: anche a te si rivol­go­no sen­za pre­vio accor­do. Più si svi­lup­pa la tua azien­da più richie­ste inde­si­de­ra­te rice­vi. Que­sto signi­fi­ca che nel­la tua casel­la di posta c’è sem­pre una cer­ta quan­ti­tà di email in cui sco­no­sciu­ti ti comu
25
NOV
2017

L’arte del promemoria

Le email di soli­to sono asso­cia­te alle richie­ste. O qual­cu­no ti chie­de di fare qual­co­sa, di riflet­te­re su un’offerta o con­di­vi­de­re un’informazione o lo fai tu. Ogni doman­da ha biso­gno di una rispo­sta ma mol­ti si com­por­ta­no con la posta elet­tro­ni­ca come con una cosa da fare una tan­tum. Tu invii una let­te­ra ed ora la pal­la pas­sa al desti­na­ta­rio. Lui deve no
18
NOV
2017

Un approccio equilibrato verso i messaggi di posta in arrivo

Non c’è fret­ta. Hai biso­gno di impa­ra­re que­sto man­tra per poter gesti­re la tua posta elet­tro­ni­ca. Il pro­ble­ma con­si­ste nel fat­to che ogni mit­ten­te che ti scri­ve è con­vin­to che sia urgen­te rispon­de­re al suo mes­sag­gio. Per man­te­ne­re l’equilibrio fra le respon­sa­bi­li­tà di lavo­ro e la posta in arri­vo “affol­la­ta” biso­gna saper distri­bui­re le prio­ri­tà tr
11
NOV
2017

Crea una routine quotidiana di lavoro con la posta elettronica

Sei tu a deci­de­re quan­to tem­po dedi­ca­re alla posta elet­tro­ni­ca ogni gior­no. Quan­te ore e minu­ti spen­de­rai su di essa è una que­stio­ne di auto­con­trol­lo. Ecco per­ché è così impor­tan­te svi­lup­pa­re una pro­ce­du­ra quo­ti­dia­na di con­trol­lo del­la posta elet­tro­ni­ca ma anche capi­re qua­li osta­co­li pos­so­no far­ti devia­re dal per­cor­so scel­to. Dopo l’introdu
07
NOV
2017

Come difendersi dallo spam e dal phishing

Lo spam è l’equivalente elet­tro­ni­co del­la pub­bli­ci­tà car­ta­cea che get­ta­no nel­la tua casel­la di posta. Tut­ta­via lo spam non è solo noio­so e fasti­dio­so. È anche peri­co­lo­so quan­do è una com­po­nen­te di un phi­shing (una truf­fa infor­ma­ti­ca). Lo spam vie­ne invia­to in quan­ti­tà enor­mi dagli spam­mer e dai cri­mi­na­li infor­ma­ti­ci tra­mi­te la posta elet­tro­ni
04
NOV
2017

Quali sono le persone importanti per noi?

Non tut­ti i mes­sag­gi di posta elet­tro­ni­ca sono ugua­li. Il mes­sag­gio del capo è diver­so dal mes­sag­gio rice­vu­to da un ex clien­te capric­cio­so o da una per­so­na asso­lu­ta­men­te estra­nea. L’importanza del­la mail si defi­ni­sce in base ai rap­por­ti con il mit­ten­te (o del­la man­can­za di essi). Ora, dopo che hai sta­bi­li­to cosa esat­ta­men­te vuoi rag­giun­ge­re nel­
28
OCT
2017

Perché diamine provi a farlo comunque?

For­se non ti pia­ce tra­scor­re­re tut­to il tuo tem­po lavo­ra­ti­vo per la posta elet­tro­ni­ca, ma fer­mar­ti è mol­to dif­fi­ci­le per­ché man­ca la com­pren­sio­ne esat­ta di ciò che biso­gna fare. Inol­tre non potrai deter­mi­na­re qua­li email sono impor­tan­ti e qua­li no se non sai qual è il tuo obiet­ti­vo esat­to. Ecco per­ché spo­stia­mo un atti­mo l’attenzione dal­la posta
24
OCT
2017

Semplici consigli per proteggere Gmail di cui non ti devi dimenticare

Se uti­liz­zi Gmail ti pro­po­nia­mo di fare cono­scen­za o rin­fre­sca­re la memo­ria con alcu­ni sem­pli­ci con­si­gli che aumen­te­ran­no il livel­lo di sicu­rez­za del­le tue infor­ma­zio­ni per­so­na­li. For­se, seguen­do que­sti con­si­gli, potrai pro­teg­ge­re la tua cor­ri­spon­den­za ed i dati sen­si­bi­li dagli acces­si non auto­riz­za­ti dei tep­pi­sti infor­ma­ti­ci e di con­
21
OCT
2017

Il vantaggio di chi pone la domanda: Perché non possiamo semplicemente dire “no”

La posta elet­tro­ni­ca è uno stru­men­to eccel­len­te per por­re doman­de ma non è adat­ta per il rifiu­to. Ti è fami­lia­re que­sto sce­na­rio? Qual­cu­no ti ha invia­to un mes­sag­gio con una richie­sta. Sei infa­sti­di­to di esse­re sta­to distur­ba­to per que­sto moti­vo: non hai né tem­po, né sol­di, né ener­gia per que­sta cosa. Ma dav­ve­ro non lo san­no? Tut­ta­via tu accet­ti d
14
OCT
2017

La regola della reciprocità: perché la posta in arrivo piena crea un complesso di colpa

Che ci piac­cia o no, l’email gene­ra una sen­sa­zio­ne stra­na, “sono obbli­ga­to”. Più mes­sag­gi non let­ti si accu­mu­la­no nel­la posta in arri­vo, più è for­te il sen­so di col­pa. Più pas­sa il tem­po pri­ma di ave­re la pos­si­bi­li­tà di rispon­de­re ad un mes­sag­gio, più si ten­de a chie­de­re scu­sa. Quan­te vol­te hai scrit­to una let­te­ra ini­zian­do con que­ste paro­le: “
12