ICT Dynamic Crea una landing page che attiri i clienti | ICT Dynamic
 Tel: 06 98.96.32.76
Se il nostro telefono è occupato richiamaci
16
NOV
2017

Crea una landing page che attiri i clienti

Posted By :
Comments : 0
1 min di let­tu­ra

Riceverai risposte a queste domande: Come può una landing page efficace aiutare la mia azienda? Quali sono le regole per creare una landing page efficace? Come capire quali funzioni sono da migliorare nella mia landing page?

Immagina che Cathy sia un consumatore che desidera del miele biologico. Lo cerca su Internet e trova l’annuncio di BuzzedBeez che promette “25% di sconto sul miele biologico”.

Cathy clicca sull’annuncio, carta di credito alla mano, pronta ad acquistare più miele biologico che qualsiasi altro cliente di BuzzedBeez abbia mai comprato.

Lei “atterra” sulla landing page. Questo è il momento in cui o diventa un nuovo cliente oppure abbandona il sito web a mani vuote.

Una landing page efficace aiuta Cathy a trovare il miele biologico ed acquistarlo velocemente. Una pagina scarsa la riempie di informazioni su ciò che non cercava (abiti, kit per il miele, ecc) e le fa abbandonare il sito senza fare un acquisto.

La tua landing page spesso è la prima esperienza di contatto dei clienti con la tua azienda. E come è noto: la prima impressione è tutto.

Una cosa importante da ricordare è che la landing page non è per forza la tua home page. È una qualsiasi pagina su cui le persone “atterrano” dopo essere state indirizzate verso il tuo sito partendo da un’altra parte.

Le persone che arrivano sulla tua landing page hanno una ragione per trovarsi lì perché hanno bisogno di informazioni, di un prodotto o di registrarsi per qualcosa.

Ma cosa succede se la tua pagina non soddisfa rapidamente le loro esigenze? I tuoi potenziali clienti abbandoneranno la pagina.

Questo significa che il tuo sito avrà una frequenza di rimbalzo alta (la percentuale dei visitatori che abbandonano subito il sito) ed un tasso di conversione basso (la percentuale di visitatori che eseguono l’azione che tu desideri, ad esempio fare un acquisto).

Adesso che sai perché è importante creare una landing page efficace, diamo un’occhiata ad alcune raccomandazioni di base che ti aiuteranno ad evitare gli errori più comuni.

Presentati al meglio. Le caratteristiche più importanti del tuo prodotto o servizio devono essere la prima cosa che le persone vedono quando visitano la tua landing page.

Scrivi bene. Un testo forte ha un ruolo importante nel convertire i visitatori del tuo sito web in clienti. Rimani sempre fedele al tono ed alla personalità del tuo brand.

Crea illustrazioni. Utilizza colori ed immagini per attirare l’attenzione dei clienti alle caratteristiche che cercano. Nelle immagini possono esserci i tuoi prodotti, le icone o altri elementi visivi che si correlano con le caratteristiche.

Concludi la vendita. Scrivi una call to action (CTA) chiara che incoraggi i clienti a concludere l’azione per cui sono arrivati sulla pagina. Se ti basta lo spazio scrivi una seconda riga che spieghi come sia facile, ad esempio, “Acquista adesso. Senza registrarti”.

Se lanci un annuncio con un obiettivo specifico (ad esempio, vendere un prodotto), assicurati che esso punti sulla landing page di questa offerta e non all’home page del tuo sito web. La landing page deve corrispondere con l’annuncio ed avere una CTA che aiuti le persone a completare l’acquisto.

Tenendo a mente queste raccomandazioni di base, butta un’altra occhiata sulla tua landing page attuale ed assicurati che sia correlata all’annuncio.

Gli strumenti come Google Analytics o Adobe Analytics ti possono aiutare a valutare le tue landing page ed assicurarti che soddisfino in modo giusto i bisogni dei tuoi clienti.

Tramite questi strumenti puoi scoprire da dove le persone arrivano sulla tua landing page (ad esempio, link da altri siti web, ricerca organica, ecc) e quali parole chiave utilizzano per “atterrare” sul tuo sito web.

Se le persone arrivano da una fonte specifica o fanno ricerche con parole chiave correlate ai tuoi prodotti o servizi ma la tua landing page non offre loro subito quel prodotto o servizio… ok, è giunto il momento di migliorare la tua landing page.

Ad esempio, sulla landing page di BuzzedBeez è presentato il loro miele biologico.

Loro controllano l’analitica della loro pagina per vedere quali parole chiave utilizzano le persone per trovarli. Come previsto alcuni cercano “miele biologico” ma ci sono anche molti che cercano “vasi di miele”.

Su cosa si deve focalizzare e quale CTA deve utilizzare BuzzedBeez nella landing page? Ecco un suggerimento: includere una combinazione delle parole “miele” e “vasi”.

Ma se BuzzedBeez non vende vasi di miele? Questo è un compito che spetta alla SEO. Non è colpa del prodotto in vetrina ma della landing page che attira i clienti “sbagliati”. Per capire perché accade bisogna analizzare la landing page.

Oltre a sapere come le persone atterrano sulla tua landing page devi anche controllare come si comportano su di essa.

Gli strumenti come Google Analytics e Crazy Egg ti possono aiutare ad analizzare la pagina e ti diranno quali percentuali di persone cliccano sulle differenti parti della tua landing page, compresi i tuoi prodotti, le offerte, le opzioni, le CTA e le immagini.

Puoi approfondire ulteriormente l’analisi e verificare il comportamento dei visitatori sulla tua landing page quando provengono da altri siti o da specifiche ricerche.

L’analitica delle pagine ti aiuta a capire come il design della tua landing page influenza il comportamento dei visitatori. Puoi scoprire che la tua landing page è troppo pesante e ciò rende difficile per i visitatori trovare cosa cercano.

Dopo aver raccolto i dati dell’analisi web, avrai idee chiare su come migliorare la tua landing page. Ed ecco il momento giusto per iniziare a fare test A/B.

Puoi iniziare testando la tua idea o la tua ipotesi. Ad esempio, puoi testare dove mettere la CTA sulla pagina, il tuo contenuto, il design, il colore dei pulsanti, la barra di navigazione o altri elementi visivi. Assicurati di testare un solo elemento per volta.

Intervista i tuoi clienti sulla loro esperienza di navigazione sulla tua landing page. Chiedigli perché la visitano, se hanno ottenuto ciò che desideravano o no e perché. Permettigli di scrivere le loro risposte invece di offrirgli risposte chiuse.

Per stimolare le persone a rispondere al tuo questionario mostrarglielo la prima volta che visitano la tua landing page o inserisci una CTA per completarlo in un angolo della pagina. Fai in modo che le persone possano rifiutarsi di rispondere, chiudere il questionario e tornare indietro.

Per realizzare test A/B utilizza strumenti come Content Experiments per Google Analytics o Visual Website Optimizer (VWO). Per creare questionari utilizza iPerceptions, Google Forms oppure fatti aiutare a crearne uno da un esperto IT.

Una landing page scarsa può avere un’elevata frequenza di rimbalzo ed un tasso di conversione basso. Analizza da dove arriva il traffico sulla tua landing page e come le persone si comportano su di essa. Fai sempre test A/B della tua landing page ed applica le ottimizzazioni necessarie.

Ogni visitatore web è un’opportunità di vendita. Attirali e convertili in tuoi clienti con un sito web progettato da un esperto di marketing.
 → Sito web che genera profitto

@ICTDynamic

Rubri­ca: Word­Press