ICT Dynamic Guida base all’architettura informazionale | ICT Dynamic
 Tel: 06 98.96.32.76
Se il nostro telefono è occupato richiamaci
09
NOV
2017

Guida base all’architettura informazionale

Posted By :
Comments : 0
1 min di let­tu­ra

Riceverai risposte a queste domande:   Cos’è l’architettura dell’informazione?  Come può l’architettura dell’informazione aiutare il mio brand?  Da dove devo iniziare con l’architettura dell’informazione?

Dall’esterno l’architettura dell’informazione (AI) può sembrare come una pratica minacciosa. Ma guardiamola da un altro punto di vista.

Immagina che tu stia tirando fuori dalle buste gli acquisti della spesa. Li distribuirai nel modo più comodo per te. Ad esempio, metterai il pollo nel frigorifero, le bevande nella dispensa e la frutta in un vassoio.

Pensa all’AI come ad un metodo per organizzare le informazioni in luoghi come il tuo sito web o l’intranet della tua azienda. Come ad un metodo che ti aiuti a raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

Chiariamo in questo contesto cosa intendiamo per “informazione”. Non equivale al contenuto o ai dati. Invece è ciò che le persone estrapolano dal contenuto o dai dati che gli fornisci.

Per esempio, immagina che ti trovi sul sito web di un ristorante di zona. La sua home page descrive la “pizza gourmet” e mostra una foto di una pizza con formaggio di capra fermentato e fegato di anatra.

In questo caso il contenuto è composto dalla foto della pizza e dal testo che la descrive.  L’informazione estrapolata dall’analisi del contenuto fornito è: Questo ristorante serve la pizza gourmet.

Il contenuto ed i dati pubblicati sul sito forniscono informazioni sul ristorante. Ciò che puoi capire è che questo ristorante faccia solo la pizza gourmet. Quindi se volessi una semplice Margherita non la ordineresti da quel locale.

Ma questa informazione è soggettiva. L’informazione che un altro cliente può ricavare è che questo ristorante non offra piatti di pasta ma solo pizza. Quindi se volessi le lasagne non le ordineresti da quel locale.

Adesso immagina che il ristorante in realtà offra pizza Margherita e lasagne. Finché tu ed un altro cliente non avrete compreso in modo corretto l’informazione dal sito web, il ristorante perderà 2 nuovi clienti.

Guardiamo più da vicino perché l’AI è importante quando fai marketing per la tua azienda.

Con il marketing mostri ai clienti contenuti sotto forma di messaggi, immagini e pubblicità. Questi contenuti danno informazioni sull’identità del tuo brand, su come ti distingui dai tuoi concorrenti e sui benefici offerti.

Con l’AI puoi essere sicuro che i clienti interpretino questa informazione nel modo in cui vuoi tu, cioè nel modo in cui ti aiuta meglio a raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

Pubblicando il tuo contenuto in una certa modalità puoi mostrare l’informazione nel modo giusto alle persone giuste. Per esempio, un’azienda di fotocamere può attirare differenti segmenti di target solo cambiando la sua AI.

I fotografi occasionali si interessano più al costo della fotocamera che alle sue caratteristiche tecniche e vogliono vedere i prodotti ordinati per prezzo. Per vendere ai fotografi professionali bisogna ordinare i prodotti in base a caratteristiche tecniche.

Un sacco di imprenditori si rivolgono ad esperti o aziende per progettare l’AI. Se stai andando in questa direzione è opportuno che tu conosca alcune linee guida.

Per prima cosa cerca i problemi della tua attuale AI. Cosa interpreta il tuo pubblico dai tuoi contenuti? È quello che intendevi trasmettere? Le descrizioni dei tuoi prodotti corrispondono con le loro caratteristiche di base?

Una volta compreso cosa e perché dev’essere cambiato, enuncia in modo chiaro cosa vuoi ottenere dalla nuova AI per facilitarne la progettazione e l’implementazione. Ad esempio: “Voglio vendere fotocamere di facile utilizzo ai fotografi occasionali”.

Prima di implementare la nuova AI verifica il linguaggio dei tuoi contenuti. Come li percepisce il tuo target? “Di facile utilizzo” ha per loro lo stesso significato che ha per te? Evita le parole che hanno più significati.

Assicurati che tutti coloro che sono coinvolti nella tua azienda e nel marketing conoscano e comprendano il linguaggio che scegli. Puoi anche creare una lista estesa di parole correlate che definiscano la tua nuova AI.

Infine stabilisci come misurerai il successo delle tua nuova AI. Anche la migliore AI ha bisogno di essere aggiornata e revisionata. Controlla e migliora sempre la tua AI perché si adatti meglio alle esigenze del tuo target.

L’AI è un metodo per organizzare le informazioni in luoghi come il tuo sito web o l’intranet della tua azienda. Ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi aziendali facendo in modo che i clienti ricavino le informazioni giuste dai tuoi contenuti. Per preprarare una nuova AI, controlla i problemi attuali, i tuoi scopi e scegli il metodo per misurarne l’efficacia.

Ogni visitatore web è un’opportunità di vendita. Attirali e convertili in tuoi clienti con un sito web progettato da un esperto di marketing.
 → Sito web che genera profitto

@ICTDynamic

Rubri­ca: Word­Press